Ritorna nella Home Page

 

Arlecchinata di tagliatelle.

Per carnevale, perché non fare una bella sorpresa ai vostri bambini con un bel piatto di TAGLIATELLE ALLA ARLECCHINO?
Ecco dunque alcuni suggerimenti: preparate la pasta fresca e coloratela in questo modo:
per ottenere il
ROSSO, aggiungere concentrato di pomodoro o un peperone rosso cotto al forno e frullato con poca farina.  Per un tono ARANCIO, unire delle carote cotte passate al frullatore con poca farina. Per il MARRONE cacao amaro o il mallo di noce in polvere che si può trovare nelle erboristerie. Per il VERDE spinaci lessati e frullati, per il GIALLO, zafferano e infine per un accattivante tono AZZURRO, un po’ di blu di metilene in polvere, reperibile in farmacia.
Condite la pasta a vostro piacimento, con i bambini, e non solo con loro, farete un figurone!

Chiacchiere salate.

E’ un piatto che può servire come antipasto e si serve caldo con dei salumi.
Occorrente per 4 persone: 250 gr di farina, 1 tuorlo, 2 cucchiai di olio extravergine, 1 punta di bicarbonato, olio per figgere, sale, salumi quali prosciutto crudo affettato, salame felino, pancetta coppata, coppa affettata.
Riunire in una capace terrina tutti gli ingredienti (farina, sale, bicarbonato, olio, e mezzo bicchiere di acqua fredda), impastare fino ad ottenere una pasta ben omogenea, lasciarla riposare per 40 minuti. Dividere poi la pasta in panetti, stenderla in sfoglie di 2mm e da questa sfoglia ricavare dei rettangoli, tagliarli in 3 strisce parallele e piegarle a nastro; scaldare l’olio e cuocere le chiacchiere per pochi minuti finché saranno dorate, quindi scolarle e metterle  su carta assorbente. Infine servirle calde con gli affettati misti.

Pasta ai coriandoli e alle stelle filanti.

Occorrente per 4 persone: piselli surgelati 200 gr; polpa di zucca 200gr; 2 zucchine, 2 carote.
Mettere tutte le verdure sul tagliere e da ognuna, con un cavatorsoli,  ricavare tante palline. In una padella scaldare 5 cucchiai di olio, 2 spicchi di aglio e i piselli ancora surgelati. Cuocere a fuoco medio per 5 minuti, poi unire tutte le verdure, bagnarle con mezzo bicchiere di vino bianco secco che farete evaporare, salare e cuocere coperto per circa 10 minuti. Bollire poi 250 gr di pasta, versarla nella padella con le verdure e continuare a cuocere per 3-4 minuti a fiamma vivace per far assorbire il liquido. Spolverare di parmigiano, portare in tavola appoggiando il piatto o la zuppiera su di un sottopiatto su cui avrete snodato delle stelle filanti. I bambini saranno contenti!

Frittelle venete

Occorrente: mezzo chilo di farina, 4 uova, 1 etto di burro, mezzo bicchiere di rhum, 1 etto e mezzo di zucchero, 1 etto di uvetta sultanina, 1 bustina di lievito.
In una terrina piuttosto grande impastate tutto e lasciate riposare per almeno 12 ore; prendete poi il preparato a grosse cucchiate e mettetelo a friggere in abbondante olio caldo, raccogliete le frittelle ben dorate, ponetele su carta assorbente e cospargetele di zucchero a velo. Buon appetito bambini!

E da Gianduja……..ecco i famosi Gianduiotti

E’ a Torino che viene inventato il famoso cioccolato gianduja, fatto di cacao, zucchero e nocciole e da questo deriva il famoso cioccolatino, una vera delizia per il palato. Ma Torino è anche il paese delle caramelle, tanto che una volta il nome “caramella “ veniva usato solo in Piemonte, ed ancora Gianduja dà il nome a una caramella particolare la “Lecca, Lecca”, di forma piatta e rotonda, che porta l’immagine della maschera torinese e la cui comparsa nelle pasticcerie della città annuncia l’apertura del Gran Carnevale!

Una merenda golosissima: la torta di nocciole

Ecco la ricetta della Giandujada, la famosa e squisita torta di nocciole che si mangia durante il Carnevale:
4 uova, 250 gr di zucchero, 250 gr di margarina, 300 gr di farina, 200 gr di nocciole pulite, 1 bustina di lievito, 2 tazzine di gocce di cioccolato, qualche cucchiaio di latte per ammorbidire.
Lavorare zucchero uova, aggiungere la farina e la margarina sciolta a bagno maria. Amalgamare ed aggiungere le nocciole – tritate non troppo fini- unire il latte per ammorbidire l’impasto, il lievito e le gocce di cioccolato. Cuocere a 180°  per 40 minuti circa … e, cari bambini, sentirete che merenda golosissima!!!

Top